Perché Bitcoin, Ethereum e Dogecoin oggi sono tutti in rialzo

Bitcoin (CRYPTO:BTC), Ethereum (CRYPTO:ETH) e Dogecoin (CRYPTO:DOGE) sono saliti del 6,82%, 8,16% e 8,36% nelle ultime 24 ore. Alle 10:30 EDT, vengono scambiati rispettivamente a 48.518,76 dollari per moneta, 3.293,94 dollari per token e 0,3319 dollari a testa.

All’inizio della giornata, Coinbase Global (NASDAQ:COIN), il secondo più grande exchange di criptovalute al mondo, ha annunciato che avrebbe aggiunto 500 milioni di dollari di criptovalute al suo bilancio. La mossa ha mandato l’intero settore in un rally mostruoso. Anche le azioni Coinbase sono salite del 3,10% per un valore di 255,98 dollari per azione nello stesso periodo.

Non è solo la mossa di Coinbase che ha reso gli investitori felici. Il 19 agosto, il secondo più grande istituto di credito per la concessione di mutui negli Stati Uniti, UWM Holdings, ha annunciato che avrebbe iniziato ad accettare Bitcoin per i prestiti per l’acquisto delle case. L’adozione potrebbe entrare in vigore entro la fine del terzo trimestre, e la società sta anche considerando l’aggiunta di altre criptovalute come Ethereum nel mix.

Parlando di Ethereum, è stato rivelato lo stesso giorno che il contratto di palificazione Ethereum 2.0 è diventato il più grande possessore di Ether – per un totale di 21,3 miliardi di dollari. La notizia mostra la crescente fiducia nella transizione della Fondazione Ethereum verso la sua rete 2.0. Entro la fine del 2022, Ethereum eseguirà un protocollo proof-of-stake, che il suo team di sviluppo stima ridurrà il suo consumo energetico del 99% – essenzialmente spazzando via le preoccupazioni sulla sua sostenibilità ambientale.

Per quanto riguarda Dogecoin, la moneta digitale, una volta meme, ora sta acquisendo un certo riconoscimento. Durante la pubblicazione dei guadagni del popolare brokeraggio Robinhood Markets il 18 agosto, la società ha rivelato che Dogecoin ha rappresentato il 62% delle entrate delle criptovalute nel secondo trimestre. Lo stesso giorno, il fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha annunciato che si sarebbe unito al team di sviluppo dietro Dogecoin come membro del consiglio.

Dogecoin si sta lasciando alle spalle la sua reputazione di criptovaluta meme. Dall’inizio dell’anno, il numero di traders che accettano Doge come pagamento è cresciuto del 34,7% per un totale di 1.616. Inoltre, la rete ha trovato la sua nicchia grazie alla sua leggera inflazione. I miners di Dogecoin non affrontano la minaccia che i loro impianti di mining high-tech GPU diventino ridondanti con l’aumento dei protocolli PoS. Allo stesso tempo, il mining non è così difficile da indurre un uso consistente di elettricità.

Anche il protocollo lento, vecchio e poco rispettoso dell’ambiente di Bitcoin sta finalmente ottenendo una revisione. In un raro atto di solidarietà, i miners di tutto il mondo hanno raggiunto il consenso per l’aggiornamento Taproot di Bitcoin, che permetterà l’adozione di contratti intelligenti sulla sua rete e dovrebbe entrare in vigore a novembre. Bitcoin non ha un team di sviluppo centrale, quindi spetta ad un voto unanime dei suoi miners l’aggiornamento della più grande criptovaluta del mondo. L’ultimo è avvenuto quattro anni fa.

Nel complesso, la paura, l’incertezza e il dubbio degli investitori – conosciuti nel mondo delle criptovalute come FUD – riguardanti il settore nel Q2 si stanno sciogliendo molto rapidamente, dato che le nuove innovazioni stanno iniziando ad affrontare questi problemi. Sembra l’inizio del prossimo bull market per il settore delle criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *